venerdì 23 gennaio 2009

...danza la sposa.

…danza la sposa

ballata poetica

del poetanarratore.

 

…danza la sposa

alza le mani al cielo in segno di giubilo,

evoca  l’amore…

danza e balla !

balla ,il fiore del suo tempo,

balla, quello che in lei rimane

per me : l’ultimo sospiro,

in nome dell’amore…

 

…e sei tu, la madonna! la vergine bianca

fiorisce dall’inverno in primule  e  viole,

e sbocci dalla neve e col vento mi raggiungi,

mi prendi nei tuo  pensieri

tu , la sola ! nelle perenni piante ,vive e regna!

e nei frutti , io poi ti  assaporo…

 

…ed io peccatore ,vado dove tutto brucia,

a cercare, l’eterna passione,

a raccontarti in un confessionale

ciò che non ho commesso,

in una chiesa  da un prete sconsacrata …

 

…e lì,  trovo penitenza, la mia disperazione

la vergogna di far valere una ragione,

trovo, il tuo perdono, una requie  per l’eterno

dieci ave  o Maria ,per amarti ancora…

 

…e tu, sposa che danzi la vita mia ,mai riposi !

nei miei pensieri la tua carne vesti,

dipingi , la casa di campagna , l’attesa!

e tessi, la tela , in quel isola  dimori…

 

…e fai vibrare ,la terra dove tu cammini,

le rocce di pietra tenera ,in quel oasi mi accogli,

detti a me ,i dieci comandamenti,

le regole dei santi, di un Dio ,in alto regna…

 

…sposa , sposa che io risposo

in te, ripongo la mia fiducia,

quel che di me resta:

un cucciolo smarrito , cerca rapito il suo nido,

l’infinito di una parola?

su di un vessillo poi  grida:

T’amo!

è la mia preferita…..

 

il poeta narratore.

2 commenti:

  1. Resto ammirata a leggerti....

    sembra di vedere la scena, bravissimo poeta narratore!

    RispondiElimina

Ogni commento ci fa felici : grazie!
un sorriso per te :-)