venerdì 3 aprile 2009

Turbamento


absence                                                              Foto tratta dal Web.

Turbi i miei sonni,
i miei risvegli,
le mie giornate.
E come un tarlo
che mi rode nella mente.
Non riesco a scordare
quel poco o quel niente
dei momenti vissuti insieme a te.
Vado in giardino
ed invidio il pettirosso
che felice salta
di ramo im ramo.
Lui nel cuore
non avrà questa brama,
questo delirio
che sento io per te.
Amare te è come amare unombra,
ti vedo ma non riesco ad afferrarti,
di te non scorgo nemmeno il volto
sei solo unombra
unombra sei per me.
E questombra offusca il mio sole
grossa macchia scura  allorizzonte,
passa una nuvola
scende qualche goccia,
una gelida
si posa su di me.

4 commenti:

  1. Che bella poesia.

    Bravissima come sempre.

    Un abbraccio

    Adriana

    RispondiElimina
  2. sempre bravissima : complimenti cara amica!

    RispondiElimina
  3. è molto piacevole leggere le tue espressioni tanto delicate

    RispondiElimina

Ogni commento ci fa felici : grazie!
un sorriso per te :-)