venerdì 14 luglio 2017

Le Crude Rose


Le crude Rose



festeggiano l'estate le crude rose

si dimenano nella luce come lupe ,

nella valle delle muse han sfiorito i loro anni

han scucito tra i panni le invidie dei ricordi .

tu che dell'amore ne hai fatto carne

riverberi pudori a tuo piacere ,

i tempi cambi ,cambia la tua immagine ,il tuo verso

s'arrossa vorticosa nello squallido compromesso .

La cruda rosa è bellezza piena

sa di arabesche spezie di solstizi lunare ,

di pazzia frastornata e madreperla lucida

di petalo caduto sull'altare ,di malachite e riluce.



Poetanarratore .

2 commenti:

  1. Complimenti, molto bella questa poesia.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Benritrovato carissimo Giò! Mi mancava una delle tue liriche sempre appassionate e personali ...uniche come solo tu sai esprimere!

    RispondiElimina

Ogni commento ci fa felici : grazie!
un sorriso per te :-)