sabato 17 febbraio 2018

Pensavo fosse vero .

NON VI HO DIMENTICATI .


Pensavo fosse vero .



Non lo pensai saperti sola tra le nuvole

non pensavo che tu fossi l'amore …

che a te non seppi dare ornare il drappo nero

non seppi cucire la trama del destino .



Non lo pensai !

Ad oggi persino le mie mani tremano ,

tu eri la bellezza sulle mie ginocchia

eri sera ,mattino ove ogni notte scorreva miele .



Eri bella ! Lo sei ancora ,lo sei sempre …

la mia bestia feroce ,il mio sempre

il balzo sordo di un morso amaro ,

i miei giorni di follia con te mi son giocato .



Pensavo fosse vero …

invece nulla è valsa la tua guglia

la corona che t'innalza al cielo

io l'inferiore ,il saccheggiatore parassita.



Sono il lebbroso che ti sta lontano di nascosto ti ama

idolatro la passione fuggo dal sacrilegio …

vivo solo accampato tra i lupi .nella selva ,

lacrimo lacrime su di un viso d'idiota le asciugo .



Pensavo fosse vero e ho negato tutto

persino la tua voce non l'ho riconosciuta ,

mi hai ribadito :

se ben ricordi per te, sono stata importante .



Poetanarratore .

7 commenti:

  1. Caro Poetanarratore, complimenti per questa bella poesia.
    Ciao e buon fine settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Complimenti. Buon sabato.
    sinforosa

    RispondiElimina
  3. Bentornato tra noi Gió ...è sempre un piacere leggerti lo sai !!!

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. Bellissima poesia! Complimenti. Un abbraccio a tutti! ^_^

    RispondiElimina
  6. Bentornato, Giò: è sempre un piacere leggerti...
    Ros

    RispondiElimina

Ogni commento ci fa felici : grazie!
un sorriso per te :-)