Visualizzazione post con etichetta poesia. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta poesia. Mostra tutti i post

venerdì 18 ottobre 2019

mercoledì 16 ottobre 2019

Rosa...


Al limitar del bosco,
oltre le siepi,
si staglia 

tra il cobalto sfumato
ed il verde.

Un cerùleo arpeggio
con fluttuanti petali rosa
che l'animo lambisce,
ascrivendo 

il suono del silenzio...

@ Rosemary3

sabato 5 ottobre 2019

Un nuovo giorno...


 Si insinua tra gli alberi
il sole:
filtra la luce
e
un timido raggio
ricordi
svela.

Su perfetti ricami,
un nuovo giorno
s'apre,
versando
ed ancor sussurrando
il primo alito...

@ Rosemary3

lunedì 23 settembre 2019

Alle tue spalle...



... Un nuovo mondo
s'apre:
fluttuano nuvole che in una cerniera
albergano.

Corre la magìa
e come salmastro canto
con voluttà
le spalle
cinge e cinèreo è il ciglio
di quel vago avvenir
che in mente avevi...

@ Rosemary3




Samy Charnine paintings

giovedì 5 settembre 2019


MOMENTI

Con gli occhi librati
vago tra pensieri invadenti
respiri gioiosi.

Riascolto
parole dette e non dette
con la voce dell'anima.

Leggere come piume
s’adagiano…son  perle
incastonate in un cuore
che passo non cede
alla dimenticanza .

"©" Rachele Lauricella

Tutti i diritti sono riservati

sabato 10 agosto 2019

Una donna può desiderare ...

"Una donna può desiderare follemente essere vicino all'acqua, o a pancia in giù con la faccia nella terra a odorare quel profumo selvaggio.
Può aver voglia di correre nel vento o di piantare qualcosa, di togliere qualcosa dalla terra o mettere qualcosa nella terra.
Può aver voglia di impastare e mettere in forno, immersa nella farina fino ai gomiti.
Può aver voglia di salire su una montagna saltando di roccia in roccia e facendo risuonare la sua voce. Può aver bisogno di ore di notti stellate, quando le stelle sono come cipria sparsa su un pavimento di marmo nero.
Può sentire che morirà se non potrà danzare nuda nella tempesta, sedere in perfetto silenzio, tornare a casa sporca di inchiostro, di pittura, di lacrime, di luna.
Ringrazio, infine, l'odore dello sporco buono, il suono dell'acqua libera, gli spiriti della natura che accorrono sulla strada per vedere chi passa.
Tutte le donne che sono vissute prima di me e hanno reso il sentiero un po' più aperto e un po' più facile"

(Clarissa Pinkola Estés, scrittrice, poetessa e psicoanalista statunitense)

martedì 16 luglio 2019

Un fiore per te papà


Questo fiore di ibisco per te papà
che da 6 anni manchi, 
le gocce di pioggia lo hanno bagnato,
così come le lacrime bagnano il mio volto....

tua Fiore

giovedì 13 giugno 2019

Come una rosa


Una foto di rosa che dopo l'apice della sua bellezza e fioritura, 
lentamente appassirà, 
i petali accartocciati, seccati cadranno uno ad uno
 e di essa non resterà che questa foto...

così fu il nostro amore....



giovedì 16 maggio 2019

Vecchio carillon...


Lassù,
tra intessute ragnatele
e ciuffi di memoria,
un vecchio carillon
ho ritrovato:
con tremanti mani
afferro i miei lontani dì
 e
un dolce suono
la soffitta
inonda...
... Quanti ricordi incipriati
con polvere stantìa...
Suona ancora per me,
vecchio carillon...
Tace la musica
e tu,
di porcellana intinta,
pian piano volteggiando
torni nella magìa
della scatola
a giacer in silenzio...


@ Rosemary3 

mercoledì 1 maggio 2019

E' Maggio

E' maggio 
di Giovanni Pascoli

A maggio non basta un fiore. 
Ho visto una primula: è poco. 
Vuol nel prato le prataiole:
 è poco: vuole nel bosco il croco.
 E’ poco: vuole le viole; le bocche di leone
 vuole e le stelline dell’odore. 
Non basta il melo, il pesco, il pero. 
Se manca uno, non c’è nessuno. 
E’quando è in fiore il muro nero 
è quando è in fiore lo stagno bruno, 
è quando fa le rose il pruno, 
è maggio quando tutto è in fiore.

(foto mia)

mercoledì 17 aprile 2019

Prima che bruci Parigi


Finché ancora tempo, mio amore
e prima che bruci Parigi
finché ancora tempo, mio amore
finché il mio cuore è sul suo ramo
vorrei una notte di maggio
una di queste notti
sul lungosenna Voltaire
baciarti sulla bocca
e andando poi a Notre-Dame
contempleremmo il suo rosone
e a un tratto serrandoti a me
di gioia paura stupore
piangeresti silenziosamente
e le stelle piangerebbero
mischiate alla pioggia fine.

Nazim Hikmet - da "Prima che bruci Parigi"


martedì 9 aprile 2019

♥ VENTO ♥


Vento…
ogni tuo soffio una carezza
sulle mie ferite
nel  tuo mutar  benevolo
origli , catturi i miei pensieri
ascolti i silenzi
della  mia  solitudine.


Nel  tuo mite  aleggiare
mentre la luna gioca a mosca cieca
con le stelle
respiro l’aria del dolore
nuvole nere senza uno scorcio d’azzurro.

Vento…
 compagno dei miei inverni
per questa notte sola
mentre tra gli scogli batte l’onda
accogli le mie parole:
- come  prece a te le  affido-
scortale
oltre la schiena della terra .

  ♥ ♥
" ©"   Rachele  L .

Tutti i diritti riservati


lunedì 4 febbraio 2019

Crepùscolo...

 
Visibile la luce ad occidente
e nel suo declino
par quasi sfiorar
 il profilo degli alberi.
Attimi che intensamente
bisbigliano
in quell'arcàno silenzio...

@ Rosemary3

lunedì 28 gennaio 2019

♥ VAGO ♥


Tra le note scordate
di questo silenzio
ogni pensiero abbandono.

Vago tra spazi infiniti
limpide sorgenti
e trovo pace .
   
" ©"   Rachele L.


domenica 20 gennaio 2019

Attésa...


 Davanti a te,
un ramo di pesco
fiorito:
l'orizzonte scruti,
alleviàndo il silenzio
dell'attésa
e spingendo lo sguardo all'infinito,
dipingi la vita
con acquerelli stinti.

@ Rosemary3


Lawrence Alma Tadema – Expectations – 1885

sabato 24 novembre 2018

Sereno scorre...


 Sembra quasi sentire,
in quell'assordante silenzio,
il gemito del viottolo d'acqua
ove riflettono lontani echi
rimbombanti
di esili speranze.

Tutto ritorna piccino
nella mente che scruta ogni
angolo nascosto al cuore,
mentre ritorna alla luce
ogni speranza perduta.

Lì, nel suo letto,
sereno scorre
purificando il passàto...

@ Rosemary3

Foto di UnaVoltaEroRubino

venerdì 26 ottobre 2018

mercoledì 17 ottobre 2018

Sei tu autunno

Sei tu autunno
La mia foglia
Caduta e sbiadita
E cadente
Sei tu, l'autunno
Un ricordo che fugge
Un giorno lontano
Come un sibilo
Del vento
Sei come una marea di pensieri
Che a fatica trova
Un ordine
Ma da lontano
Come un senso di Pace
Tra i tuoi colori
Sgorgati dall'infinito....

poesia di Clara Procacci che ringrazio per la gentile concessione
foto al web