mercoledì 14 marzo 2012

Un amore impossibile


L'uccellino chiuso in gabbia
guarda lo sbocciare di  quei splendidi fiori
e non può avvicinarsi
nè posarsi su quel profumato ramo
per godere della loro beltà...
solo dalla gabbia può rimirarli
ed il suo cinguettio d'amore
si affievolisce ogni giorno di più,
come il profumo dei fiori
che piano piano avvizziranno....

(uccellino finto, fiori veri, come la poesia che mi hanno ispirato... Fioredicollina)

7 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. riporto il commento corretto:dicevo ..si,ho un pappagallino ,la razza è l'inseparabili,ma haimè è solo nella gabbia e cinquetta...cinquetta... è comunque un maschio!Forse somiglia a me?

    RispondiElimina
  3. gli 'inseparabili' si dicono così proprio perchè devono essere in coppia!non puo' restare solo, io anni fa ne avevo una coppia dopo che morì la femmina morì pure il maschio...
    ora come vedi in foto, ho solo un uccellino finto....del resto qui in collina amo guardarli in volo e liberi!!

    RispondiElimina
  4. Molto meglio liberi gli uccellini, e guardarli volare..è molto dolce la tua poesia.

    RispondiElimina
  5. Sei riuscita a trasmettere stupende emozioni, Fiore...
    Ros

    RispondiElimina
  6. Brava Fiore, bella la poesia.

    RispondiElimina
  7. Gli uccelli in gabbia mi fanno tristezza. Li vorrei vedere tutti liberi.
    Brava Fiore, bella la tua poesia.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina

Ogni commento ci fa felici : grazie!
un sorriso per te :-)