martedì 12 giugno 2012

PERCHE’ I  PESCI SONO MUTI

Una volta sulla Terra tutto era silenzio .
Gli animali non facevano versi, le acque scorrevano e i venti soffiavano,
ma senza far rumore.
 Nemmeno l'uomo parlava.
Un giorno il dio del canto cominciò a suonare l'arpa e, quando fece vibrare le corde,
ogni creatura sulla Terra si mise in ascolto.
 Così fecero il vento, l'acqua e gli alberi.
Il dio del cielo ordinò a ciascuno
di scegliere il linguaggio che era loro più gradito.
Tutte le creature ascoltarono il signore del canto
 e scoprirono il modo più adatto
di sibilare e di ronzare, di abbaiare o di ruggire…
L'uomo imparò, non solo, tutti i diversi suoni
 prodotti dall'arpa del dio
ma imparò anche a cantare
 perfino meglio degli stessi uccelli.
Da allora, ogni creatura sulla Terra
 e nel cielo aveva scelto per sé un
linguaggio caratteristico.
 Invece, i pesci furono più sfortunati,
si rendevano conto che stava accadendo qualcosa di molto importante,
ma non capivano che cosa fosse.
Essi potevano vedere che tutte le creature della Terra
aprire e chiudere la bocca ma essendo sott'acqua,
non potevano udire alcun suono.
In ogni modo,
 decisero di comportarsi come gli altri.
Ecco perché i pesci aprono e chiudono la bocca
senza produrre alcun suono.


DAL WEB
Rakel

4 commenti:

  1. Un'interessante curiosità, Rakel... grazie per averla proposta a noi di A. E.
    Ros

    RispondiElimina

Ogni commento ci fa felici : grazie!
un sorriso per te :-)